3)Kun-2008.jpg

Da Al centro dell’inverno, terzo libro della trilogia de Il poema delle qualità , dopo Le qualità (Camera verde, Roma, 2012  e La curva del giorno, L’arcolaio, 2014)

*

il corpo ogni giorno coltiva un campo di attrazione e di energia
che lo lega ad un altro corpo sedimentando la memoria nel piacere
quell’invisibile distanza diventa un giardino a cui
tornare rinnovando ad ogni abbraccio la condizione dell’inizio
intanto il mondo è sempre più inutile discorso e partita persa

 

*

il corpo sfoglia i decenni come fa per i petali della margherita
ciò che sembrava il tempo lungo di una vita si conferma ora
un battito di ciglia: prodigiosa è questa capacità
della specie di ricordare e trasmettere. miracolosa è questa
sua capacità di bellezza nel cuore di un’eterna barbarie

*

il corpo incontra l’altro nel meriggio della vita e celebra
ogni volta il confine toccato dal senso. di più non è concesso
all’umano che oscilla tra il rigido e il morbido: fatica
tra penuria e minacce a ritrovare ogni giorno nuova la luce

 

 

 

 

 

 

Annunci